Tutte le Pro Loco della Sardegna
 Mercatini in Sardegna

Iscrivetevi a Novas de Sardinia


La festa di Sant'Antioco -patrono della Sardegna- viene celebrata il 15° giorno dopo la Domenica di Pasqua, le origini di tale ricorrenza sono rintracciabili sin dal 1615 anno in cui furono rinvenute le spoglie del Santo.
All'epoca "vi parteciparono 39000 persone, 4215 cavalli, 3000 traccas, 350 barche - pescherecci e 23583 preti..." La sagra di S. Antioco continua ancora oggi a richiamare un gran numero di persone provenienti da tutta la Sardegna.

Alla sagra di Sant'Antioco é legata una delle più insigni opere d'arte: il Santuario eretto sulla cripta dove fu rinvenuta la tomba del Santo dov'é un cimitero catacombale risalente al IV - V secolo. In tale luogo furono rinvenute nel 1615 le supposte spoglie del Santo, che secondo un codice vaticano del XVI secolo d.C. e uno ancora più antico dell' XI secolo d.C. nacque probabilmente il 13 novembre del 95 a.C. in Mauritania, dove svolse l'attività di medico spostandosi anche in Cappadocia, regione in cui convertì numerose genti al cristianesimo.

Per ordine dell'imperatore Adriano venne arrestato, torturato ed esiliato a bordo di una barca affinché la sua vita avesse fine in alto mare. Il vento di levante lo sospinse nell'isoletta di Sulcis, dove egli trovò riparo in una grotta praticando in essa l'evangelizzazione della popolazione indigena.

Tuttora quel vento proveniente dall'Africa continua a soffiare nei giorni della Sagra come a voler celebrare di anno in anno il nostro Patrono. Il Santo nel 125 fu denunziato alle autorità Cagliaritane che inviarono i soldati per arrestarlo, ma prima di essere catturato egli morì in preghiera. Il primo documento che testimonia la presenza di Antioco a Sulcis, è una pietra tombale ritrovata nel 1930 in località Barega (frazione di Carbonia) che riporta un'iscrizione che recita: PRESBYTERO MARTYRI/SANCTO ANTIOCO SULC/YTANO FILIO QUI VIXIT XL (ANNOS). Il titolo di presbyteroi, riportato nell'iscrizione, era utilizzato nei primi secoli della cristianità per indicare colui che guidava la liturgia nelle prime comunità che si riunivano nelle Domus Ecclesiae e nelle catacombe.

Il programma dettagliato dell'evento è pubblicato nel periodo nella pagina delle "Feste segnalate" e comuniucato anche con Twitter/festeinsardegna

Per conoscere l'ISOLA DI SANT'ANTIOCO, le sue spiagge, le tradizioni, le sagre trova qui la tua sistemazione

 

Il Calendario delle Feste, Sagre e di tutte le Manifestazioni della Sardegna www.festeinsardegna.it
é un'idea di Sa Oche® servizi per la comunicazione, email: info@festeinsardegna.it